Gli AFRICA UNITE aprono la settimana del Filagosto

di Marianna Grechi

Il Festival più atteso di Filago (BG) non si è fatto mancare nulla nella serata di apertura che ha visto come artista principale gli Africa Unite, per la prima volta su questo palco, con il supporto di Afakalura: Fe de Rio &Gamba De Lenk. Una serata reggae che ha radunato nella bassa bergamasca migliaia di appassionati del genere e non.

L’edizione 20 nella storia del Filagosto Festival è un grande ritorno nell’area di via delle Industrie 1 a Filago. Due palchi, più di 30 concerti in programma e il sabato dedicato al metal internazionale con le band del Metal For Emergency, tutto e a ingresso gratuito.  Sei giorni di musica italiana e internazionale, di ogni genere: dal reggae all’indie, tra hip hop ed elettronica, fino al metal. Con il supporto del Palco Ink che si attiva prima e dopo il concerto principale e che costituisce una sorta di “guest room”, dopo il live principale.  Trovi la line up di tutte le serate qui.

Live Report

L’atmosfera che si respira al Filagosto è una combinazione unica. A metà tra la sensazione di stare ad un festival nell’ombelico del mondo e tra la familiarità di una festa di paese dove tutti conoscono tutti. L’area food e hobbisti è un fermento unico e l’energia che si percepisce appena si mette piede al festival è irresistibile. Viene voglia di non perdersi nemmeno una serata in questo centro nevralgico di buone vibrazioni.

C’è da dire che il reggae aiuta molto. Fin da subito infatti, si è scaldata bene l’atmosfera con Afakalura: Fe de Rio &Gamba De Lenk che hanno letteralmente aperto le danze attirando sotto il palco tutti quelli che non vedevano l’ora di ballare.

Opening act AFAKALURA Ph. Simona Luchini

Noi di Inside Music ci siamo poi spostati nel backstage dove abbiamo avuto il piacere di chiacchierare con Madaski (Mada) seconda voce e tastierista degli Africa Unite.

Gli Africa Unite rappresentano una vera istituzione del reggae italiano, hanno all’attivo 41 anni di carriera e 14 album in studio. Entrano in scena senza troppe cerimonie ma l’affetto dei fan è percettibile sotto il palco. Alcuni fan sventolano bandiere e vanno in visibilio i pezzi storici come per quelli dell’album uscito a Maggio di quest’anno.

Resta iconico il momento in cui Bunna, la voce principale degli Africa Unite, scioglie i suoi chilometrici rasta nell’entusiasmo della folla. Un dettaglio che completa l’atmosfera rilassata della serata. Un attimo ed è subito Giamaica nella bassa bergamasca.

Insomma il Filagosto se l’è presa con calma per questa prima serata ma ci ha ben preparati agli eventi esplosivi della settimana in arrivo!

La gallery degli Africa Unite della nostra Simona Luchini

0

Potrebbe interessarti