Federica Angeli è una donna normale. Federica Angeli è una mamma di tre meravigliosi bambini. Federica Angeli è una giornalista che ha scelto di dire la verità contro tutto e tutti e si è assunta dei rischi. Oggi nelle sale, distribuito dalla Eagle Pictures, esce il film: “A mano disarmata” una produzione Laser Digital Film in collaborazione con Rai Cinema, ad interpretare il ruolo di Federica, l’attrice Claudia Gerini, nel cast anche Francesco Venditti, Mirko Frezza, Francesco Pannofino, Rodolfo Laganà e Maurizio Mattioli. La regia è affidata a Claudio Bonivento

Il film racconta, con una piena adesione alla realtà, la vita della giornalista Federica Angeli che dal 2013 vive sotto scorta a causa delle sue inchieste e denunce nei confronti della cosiddetta: “mafia di Ostia”.

SINOSSI

Federica Angeli da semplice cronista del quotidiano: “La Repubblica” decide di avviare una vera e propria battaglia personale e civile contro i clan mafiosi che infestano la città in cui vive: Ostia. La stessa giornalista non si rende conto di come la sua vita stia per cambiare: dalle prime minacce alla scorta per proteggere lei ma non la sua famiglia, assistiamo ad uno sprofondamento della donna in un vortice che si fa sempre più pericoloso ma che la fa sempre più convincere di stare dalla parte del giusto. La serenità familiare si sgretola, gli affetti si allontanano ma Federica è decisa a portare in tribunale i colpevoli con coraggio e determinazione e dimostrando di essere più forte di tutti. La sceneggiatura del film è di Domitilla Shula Di Pietro ed è tratta dal libro omonimo scritto dalla stessa Federica e pubblicato per Baldini e Castoldi.

IL FILM


Il film racconta con una semplicità e puntualità disarmanti una storia vera ricca di colpi di scena ed emozioni. Ci fa comprendere come, a volte, la vita quotidiana sia più straordinaria della fantasia.

Claudia Gerini, nonostante non assomigli per niente a Federica, è straordinariamente brava nel rendere lo sguardo fiero e i tratti emozionali di una persona sicura di arrivare fino in fondo. Ad equilibrare il tutto, l’intero cast è al di sopra delle aspettative. A parte il mostro sacro Francesco Pannofino nel ruolo del redattore Riccardo Torrisi, che non sbaglia un colpo, delicata è l’interpretazione di Francesco Venditti. Nel ruolo di Massimo, il marito di Federica, Francesco delinea le caratteristiche di un marito attento e premuroso, geloso al punto giusto che mette al primo posto l’amore per i suoi figli.
Altra nota positiva del film è il riuscire a girare nei luoghi dove sono esattamente avvenuti i fatti. Claudio Bonivento dichiara di essere riuscito a girare senza alcuna difficoltà, “avevamo le spalle coperte da tutte le persone che Federica è riuscita a coinvolgere in questi anni”. L’occhio della telecamera spia il lato “privato” della protagonista leso a causa della scelta di divenire “personaggio pubblico” suo malgrado.

Una storia importante che può insegnare molto perché, come dice Federica: “chi sta dalla parte giusta non perde mai.” Allora andiamo a vedere del buon cinema italiano, per una volta, ne vale davvero la pena.