“99”, il primo ep dell’artista rivelazione CARA

di InsideMusic

Dopo essersi affermata come una delle artiste più promettenti e talentuose della sua generazione, CARA pubblica venerdì 06 novembre il suo primo ep ufficiale “99” (Polydor).

La raccolta, già disponibile in presave su Spotify, si compone di 6 brani, tra cui 3 inediti, e include i singoli con cui l’artista si è fatta conoscere al grande pubblico: “Mi serve” feat. Samuel Heron“Le feste di Pablo” con Fedez, ad oggi Disco di Platino con oltre 20 mln di stream, e “Lentamente”

L’ep “99”

“99” è al contempo il risultato e la prosecuzione del percorso musicale intrapreso da CARA in questi mesi. In ogni brano l’artista si espone e presenta un aspetto di sé stessa, dando voce al vortice di pensieri che si susseguono nella sua mente, ai ricordi e alle emozioni più intime, raccontando il mondo che la circonda con gli occhi attenti e curiosi di una  giovane donna di vent’anni, che si muove nella vita come una funambola e che trova nella mancanza di equilibrio il suo equilibrio personale, nella musica la più valida alleata per affrontare passo dopo passo gioie, delusioni e difficoltà. 

«99 è un grido sussurrato di questi anni. È il mio grido, che nasce da tutto ciò che mi tocca in questo tempo pieno di cose già scoperte e di stimoli sempre nuovi, gli stessi per cui ti ritrovi a girare con le cuffiette per le strade della tua città fissando dritto nel vuoto. È da queste strade che nasce la voglia di far sentire la propria voce, anche ricascando sempre nelle stesse cose e inciampando in mille gradini. 99 è il mio anno, è il mio grido, è volerci essere»

Oltre ai singoli già editi “Mi serve” feat. Samuel Heron,“Le feste di Pablo” con Fedez“Lentamente”“99” si compone di 3 inediti con cui CARA mostra nuovi lati del suo essere, da quello più romantico in “Tevere”focus track dell’album, a quello più irriverente in “Scemo”. La raccolta include anche l’omonimo singolo “99”, un brano in cui parla di sé stessa e a sé stessa, presentandosi così com’è in tutte le sue sfaccettature. 

Motore trainante del nuovo progetto discografico è proprio “Tevere”, un brano romantico e malinconico allo stesso tempo, in cui CARA ripercorre i ricordi di una relazione passata, soffermandosi su quei dettagli apparentemente insignificanti, dalle “disperate” labbra screpolate agli strappi sui jeans, che poi sono quelli che maggiormente rimangono impressi nella mente a distanza di tempo, come impronte di vita vissuta che rendono indimenticabili i momenti. 

L’inconfondibile voce della cantante, delicata, ipnotica, a tratti quasi un sussurro, si sposa alla perfezione alle sonorità eterogenee che arricchiscono la raccolta, contraddistinta da un sound che strizza l’occhio al pop tradizionale, all’elettronica e al cantautorato moderno, italiano e internazionale.

I testi sono intrisi di giochi di parole e di riferimenti alla cultura pop che sono ormai cifra stilistica della cantante e lasciano trapelare una profondità e una capacità di autocoscienza assai rare, che contribuiscono a comprovare quanto CARA sia una delle giovani artiste più interessanti del panorama musicale attuale. 

Ulteriore dimostrazione in tal senso è stata l’inclusione di CARA nella rosa di artisti emergenti selezionati per “Radar Italia”, il programma globale lanciato da Spotify per supportare i talenti, sfruttando la rilevanza e l’impatto culturale della piattaforma streaming.  

Tracklist di “99”

  1. “Tevere”;
  2. “Le feste di Pablo” con Fedez;
  3. “99”;
  4. “Lentamente”;
  5. “Scemo”;
  6. Mi Serve” feat. Samuel Heron.

Biografia CARA

Anna Cacopardo, in arte CARA, è una giovane artista di 20 anni originaria di Crema. Appassionata di musica sin da bambina, frequenta l’istituto musicale Folcioni di Crema, nelle sezioni canto e pianoforte, e matura uno spiccato interesse per il cantautorato italiano (ascolta artisti come Lucio Dalla e Fabrizio De André) e per il pop internazionale (come Michael Jackson, Jessie Reyez e Twenty one Pilots).

Nel 2017 partecipa al Tour Music Fest di Mogol a Roma, dove arriva in semifinale con un suo brano inedito, e all’Area Sanremo Tour 2017, dove si aggiudica il titolo di finalista. La svolta arriva però due anni dopo, nel 2019, quando CARA pubblica i brani “Mi Serve”, il suo primo singolo con l’etichetta Polydor, e “Mi Serve RMX”, che ha visto la partecipazione di Samuel Heron e si è aggiudicato il Premio LUNEZIA “Iren” per il valore musicale e letterario. 

CARA ha aperto il suo 2020 con “Le Feste di Pablo”, un singolo che racchiude l’impronta cantautorale dell’artista, in un mix di sonorità pop con influenze d’oltreoceano.

Poche settimane dopo il brano viene ripubblicato con la speciale collaborazione di Fedez e in breve tempo scala le classifiche dello streaming ottenendo svariate certificazioni, tra cui quella di Disco di Platino, con oltre 20 milioni di stream su Spotify e più di 9 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Il 10 luglio CARA pubblica il nuovo singolo “Lentamente”, un brano che rappresenta in pieno lo stile musicale dell’artista, un viaggio che intraprende con lo spettatore per raccontare il turbinio di pensieri che si susseguono nella sua mente. 

0

Potrebbe interessarti