Sarà una 3 giorni, dal 5 al 7 settembre, dedicata alla musica, al cinema musicale e ad immagini e musica quella del 21° Biella Festival Music Video 2019. Centro della Maratona, da quest’anno, sarà Candelo: cittadina alle porte di Biella che ruota attorno ad uno splendido Ricetto, intatto nelle sue vestigia e nel suo fascino antico, descritto dalla CNN come la Pompei medievale. Una maratona che si chiuderà il 7 settembre al Cinema Verdi con la Finale del Festival.
Si aprono quindi le danze il 5 settembre al Cinema Verdi di Candelo con la proiezione di Woodstock, tre giorni di pace, amore e musica, il documentario diretto nel 1970 da Michael Wadleigh e vincitore nel 1971 dell’Oscar al miglior documentario: la cronaca puntuale del concerto dell’agosto 1969 a Bethel nello stato di New York, un evento che ha cambiato totalmente la storia della musica.

Venerdì 6 settembre, nel cuore del Ricetto di Candelo, in programma il Pramaggiore Multikulti Experience, un concerto di Gian Piero Pramaggiore, grandissimo autore e polistrumentista che ha accompagnato la propria storia musicale con personaggi come Don Cherry e Trilok Gurtu. Al suo fianco ci sarà Moussa Sanou dal Burkina Faso, a sua volta polistrumentista specializzato in arpa africana.

Sabato 7, giornata della finale del Festival e del suo Premio, si aprirà alle 17 alla Sala Cerimoniale del Ricetto con un Convegno dedicato a La musica nelle immagini: a trattare questo tema interverranno, coordinati dal Direttore Artistico del Festival Giorgio Pezzana: Maurizio Pellegrini (amministratore delegato di VideoAstolfosullaLuna), Marco Testoni (music supervisor e autore di due volumi sul tema, musicista, compositore, presidente della Giuria di Biella Festival Music Video) e Lorenza Somogyi Bianchi (ufficio stampa Biella Festival).
Alle 21.00 si torna al Cinema Verdi per la 21a edizione del Biella Festival Music Videoche altro non è se non la nuova veste del Biella Festival Autori e Cantautori, giunto lo scorso anno alla 20° edizione, che in questo modo si apre definitivamente al vasto mondo del video musicale. Due le sezioni: la prima destinata a valorizzare la creatività visiva di un videoclip già realizzato offrendogli un contributo e una distribuzione; la seconda a premiare con il finanziamento per la realizzazione di un video professionale la qualità musicale di un brano indipendente, fedeli alla tradizione ventennale del festival.

La serata prevede anche altri momenti musicali: a cominciare dal felice ritorno di Suzanne Cook, ospite storica de Una finestra sul mondo, la finestra dedicata a raccontare la canzone d’autore indipendente nel mondo. Nel corso della serata verranno anche assegnati i premi Gozzano per il miglior testo tra quelli dei brani finalisti e Musica Mag 2019 per il miglior album/video tra quelli recensiti dalla rivista online Musica Mag – Un’altra Music@ negli ultimi dodici mesi.

Ricordiamo i dodici i finalisti della prima sezione: da Marte con Across my Universe a Larocca con Contorni; da Christian Frosio con Apri la finestra a Maria Laura Ronzoni con Don’t tell – Gatta nera. E ancora: Giuseppe Novelli con Alti e colorati, Jenny Gandolfi con Come l’Acqua, Francesco Lettieri con Il circo delle tue verità, Adolfo Durante con  E’ questa la notte, Pamela Guglielmetti con Il viaggio, Lisa Chieregatti con Luci d’Inverno, PCP (Piano che Piove) con Tango sbagliato, Chiara White con Chiedimi ancora.

Cinque i finalisti, invece della seconda sezione: Francesca Romana Fabris con Falling down, i Presi per caso con Amore in trans…ito, Novagrande con C’è un punto, Alessandro Hellmann con Uno due tre, Lino Gaetano con Come ti vaI.

La Giuria che decreterà i nomi dei vincitori di Biella Festival Music Video sarà formata da: Marco Testoni (presidente, musicista e compositore), Maurizio Pellegrini (regista, amministratore delegato di VideoAstolfosullaLuna),  Arrigo Tomelleri (presidente Agis-Anica Piemonte e Valle d’Aosta), Tim Devereaux (autore, musicista) e Maurizia Vaglio (Associazione Artistica AnniVerdi).

Al vincitore della Sezione A, quindi, andrà un premio di 500 euro, la circuitazione del proprio lavoro nelle sale Anec-Agis convenzionate, la promozione stampa del proprio video e della propria canzone. Al vincitore della sezione B andrà la copertura finanziaria necessario per la realizzazione del video del proprio brano con criteri professionali (da produrre in Candelo a sostegno della promozione del territorio), affidato alla Società di produzioni cinematografiche VideoAstolfoSullaLuna di cui è amministratore delegato il regista Maurizio Pellegrini che ha collaborato con la Direzione Artistica di Biella Festival nell’individuazione dei lavori finalisti.