About Lorenzo Natali

Nato in provincia di Viterbo il primo gennaio del 1995. Studente di lettere moderne all'Università della Tuscia e bassista da 6 anni. Suona per la band progressive romana Astral Deliverance e si diletta nella scrittura di articoli e recensioni. Amante della musica, del cinema e della letteratura.

Melancholia Hymns: Il coraggioso ritorno dei rinnovati Arcane Roots

Quando nell’estate del 2013 si presentarono sul palco dello Stadio Olimpico in apertura ai Muse, gli Arcane Roots misero subito in mostra, nella loro breve scaletta, quanto di originale e nuovo erano in grado di portare al panorama musicale. Una band composta da 3 elementi in grado di costruire possenti muri sonori. Chitarre atmosferiche con

Every Country’s Sun: Il ritorno dei Mogwai.

Dopo l’ultimo album in studio, Rave Tapes, e i due lavori rappresentanti le colonne sonore dei documentari “Atomic” e “Before the flood”, i Mogwai tornano sulle scene con "Every Country’s Sun”. Il nuovo lavoro della band scozzese non rappresenta un cambio di sonorità, innovazione o punto di svolta nella carriera musicale della band ma è

Malina – I nuovi Leprous scuotono il panorama Progressive Metal

Tra le molte band che gravitano nel panorama progressive contemporaneo senza dubbio i Leprous sono una delle proposte più interessanti degli ultimi anni. Dal 2009, data di uscita del loro primo album, ad oggi sono sempre stati in grado di offrire musica profondamente originale, unica nel suo genere e ricca di personalità. Sonorità oscure e

To the Bone: l’ennesima incarnazione dell’eclettico Steven Wilson

Il ritorno del Progger Inglese con il progressive pop di To the Bone! Quando si parla di Steven Wilson non si sta nominando soltanto il singolo artista. Si sta ben si citando una vera e propria pietra miliare del progressive rock contemporaneo. Da molti è considerato un innovatore, un genio dotato di un estro artistico

Il Muro del Canto: tutte le foto dello show a San Lorenzo!

Ecco la photogallery del concerto de Il Muro del Canto tenutosi in occasione del Viteculture Festival a Piazzale del Verano. Interpreti della vox populi più disillusa, il Muro del Canto, dal 2010 la voce profonda e verace di Daniele Coccia canta la Roma del ventunesimo secolo, in un miscuglio di musica popolare e di arrangiamenti rock

12 agosto 2017|Categories: Live Report|0 Commenti